- 22 febbraio

A SPASSO PER MILANO

scopri

di più

-22 febbraio-

Milanogattara

Mondogatto

ALLA SCOPERTA DI MONDO GATTO

Nei giorni precedenti l’inaugurazione de La città dei Gatti per le strade di Milano si è visto aggirasi uno splendido gatto con gli Stivali che ha visitato tutti i luoghi iconici per la Milano Gattara. Youpet seguirà le sue orme e vi porterà a scopri i luoghi della vera città dei gatti. Incominciamo allora andando alla scoperta di Mondo Gatto. Questa associazione  è una realtà molto conosciuta a Milano, un rifugio in cui i gatti abbandonati trovano assistenza e ospitalità e dove si possono andare ad adottare mici bisognosi di una nuova casa sicuri di poter contare sulla professionalità e la serietà dei suoi volontari che non ci lasceranno soli dopo l’affidamento. Situato nella sede di Via Schievano 15, è un circolo di Legambiente fondato nel 1985 da Angela Maria Ciarlo con l’aiuto di un gruppo di volenterosi amanti di gatti. Originariamente considerato un progetto “folle”, è stato il primo gattile strutturato ad apparire sul suolo italiano. Successivamente preso come modello da altre strutture aperte via via in tutta Italia, riceve moltissime di richieste di aiuto e supporto ogni mese. Accoglie, cura e accudisce mici che arrivano con le storie più diverse per accompagnarli passo dopo passo verso l’affidamento e quindi una verso una nuova vita. Per i mici meno fortunati o con problematiche fisiche o comportamentali incompatibili con l’adozione, il rifugio diventa una vera e propria casa piena di cure e di amore da parte dei volontari e delle tante persone che li hanno a cuore.

Mondo Gatto si occupa anche dei mici di colonia che le tutor portano in rifugio o che i volontari aiutano a catturare, offrendo loro tutte le cure possibili, provvedendo alla sterilizzazione e supportando spesso con cibo i tutor. Con alcuni comuni sono state stipulate delle convenzioni per catture e sterilizzazioni di animali di colonia, che dopo le cure, vengono ricollocati nel territorio, alla colonia di origine. Grazie alla competenza assunta negli anni dai suoi responsabili e dai suoi volontari, Mondo Gatto si è assicurato, qualche anno fa, la gestione del celebre gattile del Parco Canile Comunale di via L’Aquila.

Per scoprire come funziona e si gestisce questa straordinaria il Gatto con gli Stivali ha intervistato Mavj Davanzo, da molto tempo volontaria e membro del direttivo dell’associazione. 

Quanti gatti ospitate nel vostro centro milanese di Via Schievano?

Possiamo arrivare a un massimo di 250 gatti, anche se ne ospitiamo una media di 150.

Da dove arrivano i gatti che ricoverate?

Ci sono persone che ci portano i gatti perché sono impossibilitate a tenerli, oppure perché li hanno trovati per strada. Qualcuno proviene anche da colonie, ma a causa di patologie croniche che necessitano di assistenza continua, non è più possibile ricollocarli nella loro colonia di origine.

Mantenere una struttura così impegnativa è un grosso impegno, come riuscite ad affrontare i costi? 

Mondo Gatto si sostiene principalmente con il volontariato,  le donazioni dei sostenitori sia in forma diretta attraverso versamenti sul nostro conto corrente, con paypal, carte di credito, bonifici oppure grazie alla destinazione del 5 per mille sulla dichiarazione dei redditi. Ma sono importantissime anche le donazioni di cibo, sabbietta, medicinali e materiali di pulizia, poiché ciò ci permette di destinare i soldi delle donazioni al mantenimento della struttura e al pagamento delle spese medico-veterinarie che in una struttura come la nostra sono onerose. Fortunatamente alcune aziende di pet food ogni tanto ci vengono in aiuto con la donazione di prodotti e, spesso i privati che portano ogni tipo di materiale. 

Ricevete dei finanziamenti pubblici?

Purtroppo no. Il Comune di Milano ha firmato una convenzione con noi che però riguarda solo le sterilizzazioni dei gatti randagi, con un contributo dedicato a sostenere gli interventi di sterilizzazione a cura dei veterinari delle ATS locali ma la degenza post operatoria nel centro che resta a carico nostro. Grazie alla partecipazione al Bando indetto dal Comune di Milano gestiamo anche l’area gatti del Canile Municipale, ma si tratta di una gestione a parte, separata dal nostro Gattile di Via Schievano.  

Come riuscite a garantire il pieno funzionamento della struttura?

Grazie ai volontari che sono il nostro vero motore. Ne abbiamo di tre tipi. I “volontari dell’accudimento e pulizie”: sono coloro che si occupano del mantenimento in ordine della struttura pulendo le gabbie e i ricoveri, accertandosi che tutto sia sempre in ordine e che l’igiene sia sempre ai massimi livelli. Poi abbiamo i “volontari per i mercatini e l’accoglienza”: si occupano principalmente di ricevere le persone che arrivano al Gattile per adozioni e di recuperare i materiali che mettiamo in vendita per la raccolta fondi durante i mercatini che organizziamo in sede durante gli open days (ora sospesi a causa dell’emergenza sanitaria) oppure quando andiamo ospiti a qualche manifestazione o alle feste di via. Qualcuno di loro, particolarmente abile, produce il materiale in prima persona creando oggettistica esclusiva da vendere, come la nostra Wilma che crea bellissime bomboniere solidali a tema felino, oppure Elena, Susy e Maria che preparano oggetti cuciti e ricamati a mano. Giovanna, Paola e Cristiana invece si occupano di acquistare i gadget da rivendere ed organizzano direttamente i mercatini. E infine ci sono i “volontari delle coccole”: persone formate appositamente per stare coi nostri mici, fargli compagnia, assicurarsi che stiano bene anche dal punto di vista emotivo rivelatisi poi particolarmente utili per intrattenere i visitatori. A Mondo Gatto possiamo contare su un totale di circa cinquanta volontari. Se qualcuno vuole proporsi è benvenuto: basta mandarci una mail e verrà contatto dalla nostra responsabile che gli proporrà un periodo di prova. Se tutto va bene il volontario sarà accolto a bordo e iscritto al registro con una polizza assicurativa. Basta garantire un minimo di 4 ore continuative a settimana. 

Come funziona l’adozione dei mici?

Mondo Gatto preferisce parlare di affidamento perché i nostri mici vengono effettivamente affidati alle persone che ne fanno richiesta ma restano sempre membri della nostra grande famiglia, pronti essere riaccolti se le convivenza non dovesse avere esiti positivi. Ecco perché poniamo massima attenzione a questo aspetto. Per farsi affidare un micio basta chiamarci al telefono o mandarci una mail per prendere un appuntamento in sede e visionare i mici disponibili. Dopo un colloquio preliminare cerchiamo di capire quale sia il gatto migliore per la persona o la famiglia che è venuta a trovarci, anche in base al loro stile di vita. Se si trova il micio adatto si procede con una visita di preaffido a casa per capire se l’ambiente in cui andrà ad abitare il gatto scelto fa davvero al caso suo: ospitiamo molti animali con storie particolari che possono escludere la vita all’aperto o con altri animali, giusto per fare un paio di esempi. Se non si può fare la visita di preaffido (soprattutto in periodo di pandemia) chiediamo un video che mostri la casa in cui l’animale andrà a vivere. Una volta affidato il micio, dopo una ventina di giorni, verrà richiesta una visita da parte dei nostri incaricati per capire se tutto procede nel migliore dei modi. Dopodiché si rimane in contatto via telefono o mail per informazioni o supporto, oppure in caso di problemi. Gli affidatari sanno bene che in caso di necessità il nostro centro è pronto a riaccogliere il gatto.   

Accettate qualsiasi tipo di gatto?

Sì certo. Da noi vengono accolti gatti di ogni tipo, anche affetti da patologie importanti come l’Aids felina. Ovviamente siamo attrezzati per poter ricoverare i gatti malati in sezioni apposite del centro, in modo da garantire il loro perfetto isolamento e la costante ispezione veterinaria. 

Quello che meraviglia molte delle persone che vengono a trovarci è che a volte trovano anche gatti di razza. Negli anni sono arrivati un Devon Rex, un Orientale, parecchi Maine Coon, Persiani, uno Sphynx e perfino un costosissimo Bengal di nome Benji, un micione dal carattere un po’ turbolento dato successivamente in affidamento a una nostra sostenitrice che ha un grande giardino. Purtroppo la razza spesso non è affatto un deterrente per l’abbandono. Recentemente, per conto del Parco Gattile, abbiamo dovuto prenderci cura di 27 gatti Persiani sequestrati a un allevatore abusivo. 

C’è stato un caso un po’ particolare che è rimasto nella storia di Mondo Gatto?

Certo! E’ storico il caso di Taxi, micio che abbiamo chiamato così perché ci è arrivato in taxi con tanto di corsa pagata. Il suo proprietario lo ha abbandonato caricandolo sulla macchina e chiedendo al tassista di portarlo da noi. Ultimamente abbiamo avuto anche Gatta, una micia con alle spalle una storia davvero incredibile, vissuta per anni chiusa in una buia cantina senza mai vedere nessuno o poter stare all’aperto. Grazie a Jole, nostra volontaria che si è specializzata in comportamento felino seguendo anche dei corsi di specializzazione, siamo riusciti con molta pazienza a “risocializzarla”, abituandola gradualmente a stare all’aperto e in compagnia delle persone. Ora Gatta sta benone e le sue foto che la ritraggono spaparanzata sul divano della sua nuova padrona ci riempiono di gioia e soddisfazione.

Come state vivendo il periodo dell’emergenza sanitaria? 

Il Covid purtroppo ci ha creato un bel po’ di problemi rallentando la nostra attività, per via dell’impossibilità dei volontari di venire al centro come facevano prima e a causa dell’impossibilità di ricevere dal vivo le persone che volevano un gatto in affidamento ma anche coloro che abitualmente vengono a portarci le scorte di cibo. Ma non ci siamo certo fermati. Abbiamo creato un sistema di colloqui on-line grazie al web e abbiamo cercato di portare avanti l’attività nel pieno rispetto delle norme, per fortuna nel periodo di massima emergenza, con la gente costretta a restare a casa, sono notevolmente diminuiti gli abbandoni. L’emergenza sanitaria però ci ha messo di fronte a nuove esigenze, come quella di aiutare le persone anziane che avevano timore ad uscire di casa per comprare il cibo per i loro mici. 

A cosa state lavorando ora?

Ora stiamo provvedendo a un’importante ristrutturazione della sede per poter garantire la conformità al vincolo dell’area Navigli in cui il rifugio si trova,  requisito indispensabile  per il rinnovo del contratto di affitto col Comune.  Stiamo ristrutturando alcuni recinti la e la parte degli uffici e dell’ambulatorio veterinario e provvedendo alla creazione di una zona da dedicare all’isolamento per mici malati. Stiamo creando anche un’area per il recupero gatti più problematici che hanno esigenze assai diverse. Dobbiamo anche ristrutturare i 14 container rimanenti, creando per ciascuno uno spazio esterno protetto. Questo lavoro sta costando davvero tantissimo per cui in questo periodo i visitatori, dopo lo stop dovuto all’emergenza Covid, trovano un vero e proprio cantiere in pieno fermento. Ci servono molti fondi per fare prima possibile ed è per questo che chiediamo a tutti una mano! 

Per contattare Mondo Gatto

www.mondogatto.org

Via Schievano, 15 20143 Milano

Tel: 02 89190133

Mail mondo_gatto@libero.it

Per donazioni trovate tutte le info nella sezione “dona” del sito

 

RADIO BAU A MONDO GATTO

MILANO

GATTARA

TOP